Hiša Franko: la Slovenia ai vertici della gastronomia

Se vi chiedessimo dove vi piacerebbe andare per una fuga gastronomica, probabilmente a molti di voi  non verrebbe in mente la Slovenia… a torto! Perché la Slovenia nasconde novità culinarie al vertice dell’attuale gastronomia mondiale!

Oltre ad amare questo splendido paese (il lago di Bled e la splendida Lubiana, solo per citare due mete che dovete assolutamente visitare!), siamo rimasti incuriositi da una puntata di Chef’s Table (una serie di documentari, targata Netflix, che consigliamo a tutti gli appassionati di cibo di guardare)  su Ana Roš. La chef slovena è stata consacrata quest’anno migliore chef donna del mondo con il suo ristorante tra i 100 migliori al mondo: Hiša Franko. Inizi da autodidatta per questa coraggiosissima donna, indirizzata alla carriera diplomatica, che ama profondamente il luogo in cui vive e la cucina nella quale lavora (tanto da rifiutare quella televisiva di Masterchef Italia per rimanerci) e che tutto quello che fa “al di fuori è scusato solo se in funzione della qualità del ristorante“.(Cit.)

Potevamo non visitare questo posto il prima possibile? Certamente no! E allora abbiamo scelto la macchina, invece dell’aereo, per il nostro ultimo viaggio, diretto a Vienna, appositamente per fermarci da Hiša Franko. Il luogo dove si trova il ristorante è una bellissima casa di campagna con molte storie alle spalle, un passato come locanda, mulino, fienile ed ospedale durante la prima guerra mondiale. Si trova a Kobarid (Caporetto) ed arrivarci, di sera, ha un qualcosa di magico, complici le luci calde illuminano l’ingresso e che si ritrovano all’interno. Tutta l’atmosfera è soffusa, avvolgente; la cordialita è di casa e la simpatia dei camerieri vi metterà subito a vostro agio in diverse lingue (è stato davvero divertente parlare in inglese, italiano, francese con ognuno di loro, provengono da tutta europa!)

Arriviamo, però, a quello che tutti voi, appassionati di cibo, attendete: il racconto culinario! La scelta sul menu autunnale era tra sei, otto e undici portate…indovinate per quale abbiamo optato? LOL!

Territorialità, creatività ed accostamenti a dir poco arditi…tutto semplicemente meraviglioso! Peccato non aver potuto fare la foto con la chef!

Eccovi le foto.

 

Il pane di Franko nato dalla fermentazione di bucce di mela

Hisa Franko - where the foodies go3

 

Cetriolo, pesca, curry rosa e fegato di coniglio

Hisa Franko - where the foodies go7

 

Orzo croccante con burro affumicato alle acciughe

Hisa Franko - where the foodies go5

 

Le cialde di Tolminc

Hisa Franko - where the foodies go2

 

 

Burro locale

Hisa Franko - where the foodies go4

 

Barbabietola fermentata, ricotta di pecora, miele

Hisa Franko - where the foodies go6

 

Sarda, limone candito, finocchio

Hisa Franko - where the foodies go8

 

Mela locale, animelle di vitello glassate al miele, rafano, acqua di sauercrauts

 

Ravioli ripieni di ricotta di pecora, indivia al midollo, brodo di prosciutto & nocciole tostate

Hisa Franko - where the foodies go12

 

Lingua di manzo umami

Hisa Franko - where the foodies go13

 

Anatra selvatica, radici, cachi alla vaniglia

Hisa Franko - where the foodies go14

 

Trota, ribes nero, siero di latte, grano saraceno

Hisa Franko - where the foodies go

 

Taccole  »Scogliera«

Hisa Franko - where the foodies go15

 

Trippa, fondo di anatra selvatica, formaggio di fossa, ortiche fritte, gialletti

Hisa Franko - where the foodies go16

 

Drežnica-Idrsko-Mexico City / Coniglio di montagna 2.0 in viaggio per il Messico

Hisa Franko - where the foodies go17

 

Arancia rossa, tè nero, granola, sorbetto di carota e mousse di acqua di mandorla cruda

Hisa Franko - where the foodies go18

 

Amore per fragolino / Fegato grasso affumicato, uva, caglio di latte acido e ginepro verde

Hisa Franko - where the foodies go19

 

Piccola pasticceria

Hisa Franko - where the foodies go20

 

 

 

 

 

©Where The Foodies Go

 

Advertisements

5 Comments Add yours

  1. Bricolage says:

    Ahhaha 🤣😂😍

    Like

    1. Ti ho fatto ridere 😂😂😂

      Liked by 1 person

  2. Bricolage says:

    Oddio, ma come fate a mangiare così tanto? Mi sono saziata solo con le foto! Il fegato di coniglio com’è? 🤔

    Liked by 1 person

    1. Beh, le quantità nei piatti, in un ristorante a questi livelli, devono essere tali da lasciare sazi al punto giusto 😊

      Liked by 1 person

We want to hear from you!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s